Cosa sono le sitemaps? Perchè usarle?

Condividi il post!

L’argomento sitemap non é certo una novità dell’ultima ora, sono presenti ormai da tempo ed utilizzate dalla maggioranza dei siti web esiststenti. Nonostante ciò, il loro funzionamento e la loro utilità non sono ancora cose note a tutti. Il concetto base é estremamente semplice, la funzione principale equivale a quella dell’indice di un libro, la suddivisione dei contenuti in capitoli, paragrafi e quant’altro per permettere al lettore di conoscere in anticipo, a sommi capi gli temi trattati.

In principio erano delle normali pagine HTML che venivano utilizzate per facilitare l’utente nella navigazione del sito, descrivendo in modo dettagliato i contenuti ed i link interni disponibili. Col tempo, i motori di ricerca, hanno fiutato le potenzialità di queste pagine e capito i vantaggi impliciti che potevano produrre in termini di aiuto alla corretta e veloce indicizzazione delle pagine all’interno dei loro archivi. Nel 2005 nacque il Google Sitemap Protocol, ribattezzato in seguito XML Sitemap Protocol e gestito in modo autonomo da Sitemaps.org. Tutti gli altri protagonisti del mondo della ricerca, come Yahoo, Microsoft etc. si adeguarono presto alla cosa che assunse valore universale.

Il protocollo Sitemap XML aiuta gli spider dei motori di ricerca nell’ indicizzazione delle pagine web fornendo informazioni essenziali per una corretta e veloce comprensione del contenuto. Naturalmente, avere una sitemap non é obbligatorio ne necessario per trovare spazio all’interno dei motori di ricerca, ed é corretto dire che niente e nessuno penalizzerà mai un sito che non ne possiede una.

Esistono due principali categorie che identificano le sitemap:

Le sitemap con estensione HTML, in sostanza delle normali pagine web destinate agli utenti dei siti web, utili a reperire velocemente le informazioni che cercano e conoscere i contenuti in indice..

Le sitemap con estensione XML a completo uso e consumo dei motori di ricerca..

Perchè é utile usare le sitemap? I principali motivi sono quelli già visti in precedenza e dunque aiutare il visitatore del sito o lo spider del motore di ricerca nella comprensione delle pagine del sito. In realtà ci sono tanti altri buoni motivi per farlo, cercheremo di elencarne alcuni tra i più importanti. Naturalmente, é bene chiarire che per motivi pratici, in questo post tralasceremo “la ricetta per una sitemap perfetta!“, che probabilmente riprenderemo più avanti, soffermando la nostra attenzione esclusivamente sull’utilità della cosa.

  • Aiuta il motore di ricerca a conoscere l’esistenza e ad incrementare le visite degli URL. C’é da aggiungere che, da sua ammissione, Google pur impegnandosi a farlo non garantisce nulla in termini di visite o indicizzazione dell’URL.
  • Offre la possibilità di richiedere la frequenza delle visite degli spider, il che comporta vantaggi evidenti soprattutto per i siti nuovi o pagine con aggiornamenti periodici.
  • Permette un‘indicizzazione tempestiva della pagina con la conseguente e reale attribuzione della paternità intellettuale dei contenuti al suo interno. In questo modo eviteremo che qualcuno si assuma il merito dei nostri sforzi con un semplice copia e incolla. Dunque, chi prima pubblica il contenuto sarà ritenuto autore dello stesso e gli verrà riconosciuta l’autenticità. Bel vantaggio!
  • Fornisce una linea di priorità, una classifica in funzione dell’importanza delle pagine pubblicate, in modo da fornire un metodo di lavoro al motore di ricerca che così conoscerà l’ordine gerarchico dei contenuti. Questo é possibile soltanto con l’uso del protocollo XML.
  • Aiuta inoltre a fornire al motore di ricerca traccia reale delle modifiche temporali fatte al sito, comprese aggiunte, miglioramenti etc.

Naturalmente, il consiglio é quello di tenere il più possibile aggiornata la sitemap.xml del vostro sito per permettere agli spider di svolgere al meglio il loro compito.

Condividi il post!

Lascia un commento

*

code